museo2.jpg

Periodo "Plu-Realismo" (1982-1984)

      Queste opere contengono forme meno strane, immagini scavate fino all’osso dal molteplice senso. Si riferiscono a realtà diverse, non bizzarre, e i luminosi segni sono meno astratti all'occhio dell'osservatore.
      Quadri con un fermento fitto in cui i piani che si pronunciano sono onde elettromagnetiche; città e vedute celestiali; scheletri d’ogni sorta dalle varie espressioni. Un complesso ambientale ove elementi composti in ordine sembrano in parte in un movimento astrale, e lasciano intendere la globalità del creato mistero pittorico.
      “Il plu-realismo” è il periodo pittorico che annuncia un delirio di forme musicali, un accavallarsi di segni contorti in uno spazio festoso e tragico, dove il ricordo che traspare della realtà è tutt’altro che scompaginato ma fatto di filamenti e puntini stellari fissati con un violento lampeggiare da sogno.
      In questo stile di pittura inquieta di orchestralità, d’astrazione nel processo calco-gestuale, prevale l’impulsività di un carattere che parla attraverso i segni diabolici realizzati sul fondo tenebroso, che vibrano come elementi quasi astrusi nel mistero sconfinato e sognato per morte.
 
                                                                                                                                                               Nunzio Perrucci
(N. 60 opere - cm 63x82)
 

Chi Siamo

Esposizione in permanenza delle opere di scultura, pittura e grafica dell’artista poliedrico e poeta Nunzio Perrucci, precursore dell’attuale movimento artistico materano, in una superficie di circa 175 mq suddivisa in 10 ambienti in cui sono rappresentate le diverse tappe di un percorso artistico di circa sessant’anni che vanta una produzione di oltre 1500 opere.

 

Indirizzo

Via Piave 39
Matera, MT 75100
Italia

Telefono

+39 0835 261121

E-Mail

info@museoarteoggi.it